Come funziona un lampione solare?

Alla scoperta dei lampioni fotovoltaici: massima luminosità anche distanti dalla rete elettrica…

Il lampione solare è un’ottima soluzione per fornire illuminazione in aree dove sarebbe costoso e complicato estendere la rete elettrica.
È indubbio che specialmente per la sicurezza stradale i lampioni sono essenziali in tutte le intersezioni e gli incroci dove, durante la notte, è necessario garantire la massima visibilità.
Al di fuori dei centri abitati, queste intersezioni, trovandosi a notevole distanza dalla rete elettrica già presente, sono spesso non illuminate. Effettuare scavi o installare nuove linee aeree per portarvi i cavi elettrici risulta infatti molto costoso e burocraticamente complesso.

Il lampione solare, ormai testato da molti anni, è in grado di risolvere tutti questi problemi, illuminando efficacemente la zona sottostante grazie alle moderne luci a led che garantiscono un’ottima qualità luminosa, bassi consumi e una vita operativa molto lunga.
Peraltro, il calo dei prezzi dei moduli fotovoltaici ha giovato in modo particolare per questo prodotto, oggi estremamente economico. È ormai possibile installare una soluzione completa con poche centinaia di euro.

Come è fatto?

Il lampione solare è dotato di batterie, generalmente installate in testa-palo per prevenire tentativi di furto o danneggiamenti delle stesse, le quali, durante il giorno vengono ricaricate dai moduli fotovoltaici. I moduli di norma hanno un’inclinazione intorno ai 45 ° in modo da garantire il corretto funzionamento del sistema durante il periodo invernale quando il sole è più basso e le ore di luce sono minori: d’estate invece l’abbondanza di sole e le minori ore di buio fanno si che il sistema sia leggermente sovradimensionato.

Nel nostro lampione solare Lightwave, i moduli, oltre a caricare le batterie, fungono anche da sensori di sole rendendo automatici l’accensione e lo spegnimento: quando la corrente va a zero significa che è arrivata la sera e il lampione deve accendersi.

Il cuore del sistema Lightwave è rappresentato da ATON: un regolatore di carica sviluppato ad hoc da OffgridSun che permette di ottimizzare lo scaricamento della batteria per evitare che, venendo scaricata troppo, si danneggi riducendo la sua vita utile.

Offgridsun offre diverse soluzioni per lampioni fotovoltaici e sistemi derivati da questi, come impianti di illuminazione per insegne stradali o sistemi di videosorveglianza installati su palo.

Articolo precedente
Tanzania, i nostri moduli sulla Njombe Milk Factory
Articolo successivo
Come funziona una pompa solare?

Menu