Come funziona un kit di illuminazione solare

Un kit di illuminazione solare racchiude in sé diverse tecnologie di recente sviluppo: un modulo fotovoltaico, una batteria al litio-ferro e diverse luci a led.

.

Lo sviluppo dei led ha permesso di avere a disposizione un sistema di illuminazione efficiente a basso consumo e con un ciclo di vita molto lungo. Grazie ad una efficienza di conversione superiore a 100 lumen/Watt, le luci a led consentono di illuminare efficacemente anche piccole stanze. Questo avviene prelevando l’energia necessaria dalle batterie al litio-ferro.

Le batterie al litio-ferro (LiFePo) diversamente dalle batterie al litio tradizionali hanno una densità di carica leggermente minore. Di contro, però, possono sopportare molti più cicli, garantendo così il funzionamento del sistema per diversi anni. Inoltre, grazie alla loro struttura chimica, sono meno sensibili alle alte temperature e non sono soggette ai rischi di incendio o di esplosione che ci sono per le altre batterie al litio.

La carica delle batterie avviene tramite una scheda elettronica. Il suo compito è ottimizzare la resa di un modulo fotovoltaico di piccole dimensioni ma del tutto simile ai suoi fratelli maggiori.
Il modulo consente di ricaricare completamente le batterie in un giorno con medio irraggiamento.

Questi kit sono solitamente a 5 V o 12 V. Questo permette di abbinare una o più uscite USB per consentire anche la carica dei cellulari.

Offgridsun ha accumulato una lunga esperienza nella progettazione e fornitura di questi kit, usati dal circolo polare artico fino agli altipiani etiopici, dall’Himalaya alla foresta Amazzonica.

L’Energy Station Plus, frutto dei vari miglioramenti maturati negli anni, è tra i pochi kit al mondo ad essere certificata secondo la norma IEC 62257-9-5 (Integrated systems – Laboratory evaluation of stand-alone renewable energy products for rural electrification).

Menu